ARTE…IN TESTA! - Collettiva degli allievi IIS Perito-Levi

Collaborazione con l’I.I.S. ''Perito - Levi'':
Venerdì 18 Ottobre, alle 21:00 in punto, il ''Capri'' ospiterà il primo d’una serie d’eventi, realizzati in collaborazione con...

CLUB MANOUCHE

''Club Manouche'' è un gruppo d’ispirazione Jazz Manouche (o Gipsy Jazz) anni '20/'30.
Il repertorio comprende prevalentemente, sebbene non esclusivamente, brani della tradizione Manouche,...

Eyes On The Doors - Tributo ai Doors

Gli Eyes On The Doors si formano nell'inverno del 2019 partendo da una inserzione che cercava musicisti appassionati della band californiana.
Fra una prova e l'altra è nato uno spettacolo fra...

IL VIAGGIO TRA I CASTELLI SALERNITANI - Alessandra Plaitano (fotografia)


ARTISTA:
Sono nata a Salerno il 9 novembre 1980, sia mio padre, operaio, che mio nonno materno, commerciante, erano appassionati di fotografia, ed io con loro, negli anni '90, ho iniziato a usare la macchina fotografica.
Non ho mai fatto una scuola specializzata in fotografia, ma nel 1999 mi sono iscritta alla facoltà di architettura, e la macchina fotografica è diventata un utensile indispensabile a documentare alcuni lavori, un attrezzo del mestiere o comunque uno strumento attraverso il quale raccontare l'architettura, le forme, le luci, i volumi, i contrasti e tutto quanto riguardi la narrazione della città stessa.
Già all'epoca ero appassionata di fotografia notturna e luce lunare, ma è stato solo col passaggio al digitale, qualche anno più tardi, che mi sono potuta dedicare a sperimentare le luci delle stelle, il loro movimento, la luna, o ancora mi sono divertita a comporre delle scene del paesaggio in doppia esposizione. Nel 2014 ho presentato la mia prima mostra dal titolo ''l'ombra della luce'' che raccoglie una serie di foto di questo genere.
Ho anche vinto dei premi, uno ad un concorso nazionale Nikon per un ritratto in bn nel 2012, inaspettato premio, mi rese molto felice, un altro a Salerno, al concorso popolare del porticciolo, lo ricordo con affetto perché rappresenta le mie radici.
Sono anche un appassionata esploratrice delle nostre montagne, ed amo la fotografia naturalistica e tutto ciò che riguardi le luci naturali, e i luoghi incontaminati, dove il tempo si dilata fino poi a raccogliersi in un solo attimo di rara bellezza.
Nel corso degli anni ho sempre fotografato per divertimento, tutti gli eventi artistici e sportivi negli ambienti che frequento e così, nel 2015, ho ricevuto il mio primo incarico per una cerimonia, da una persona innamorata dei ritratti di alcuni amici, al tramonto al porticciolo di Pastena. È stata l'occasione per aprirmi ad un nuovo mondo, fatto di ritratti, espressioni, attimi irripetibili e persone sconosciute che in poche ore diventano familiari.
Ad oggi vivo anche di questo e mi rende felice.

BREVE INTRODUZIONE ALLA MOSTRA:
Questa raccolta di immagini non vuole avere la presunzione di essere uno studio accurato su tutti i castelli della provincia di Salerno, bensì il racconto della mia esperienza in merito, che vede raccolte tre grandi passioni, l'architettura, le escursioni e la fotografia.
Castel Vetrano era il panorama che ammiravo dalla finestra della casa die miei genitori a Giffoni Sei Casali e ci fu un giorno, nel 2014, quando, dopo un temporale si formò un arcobaleno splendido a fargli da cornice, scattai una foto e decisi di salire a visitarlo.
Così iniziò il mio viaggio tra i castelli salernitani.
Il week end successivo, armata di GPS e mappe salii su per la collina fino alla cima lungo un sentiero non ufficiale, ritagliato tra gli uliveti privati di Montevetrano. Quanto rimane del castello è stupefacente, la struttura è in parte ancora intatta e leggibile, in parte è crollata, per niente messa in sicurezza, pericolosa per grandi e bambini. Il panorama è mozzafiato e prende tutto il golfo di Salerno e verso Fuorni, su un colle poco più basso di Montevetrano ancora sovrasta la scena con le sue ogive medioevali il Castel Vernieri, che è stata la seconda tappa del viaggio.
Una piccola residenza nobiliare, più che un vero e proprio castello, abbandonata nell'erba alta tra l'autostrada e le nuove costruzioni.
Le volte successive sono state escursioni al castello Nebulano di Montecorvino Rovella e quello di Olevano sul Tusciano.
Ognuno di questi castelli ha la propria storia, la propria struttura e un panorama incantevole, ma oggi in comune hanno tutti in comune il fatto di essere costruiti sui cucuzzoli dei monti e di essere abbandonati al degrado, raggiungerli non è sempre possibile per vie ufficiali e comunque manca ogni sistema di sicurezza.
La mostra che racconta il mio viaggio tra i castelli salernitani, vuole essere dunque, un faro su queste architetture che vi invito a visitare e scoprire.
Forse un giorno, il turista potrà entrare in un info-point e vedere le mappe dei castelli salernitani da visitare, forse un giorno gli architetti saranno impegnati nel recupero di queste strutture, forse qualcuno batterà di nuovo quei sentieri.
Forse un giorno, un mondo migliore è possibile.

Contatti:
Facebook
https://www.facebook.com/aleplaitanofoto/
Web
https://www.eyeem.com/u/alessandraplaitano?fbclid=IwAR1GNbMAk5dWHsqyMR-zfvS7QrTCGlV1IRPYEjjG-0X65C09m9JAHOTbPxU