PERCORSI DI STILE - Raffaella La Rocca (design-moda)

ARTISTA:
Raffaella La Rocca nasce e cresce alla falde del Vesuvio nel 1975 per cui ama definirsi La Stilista del Vesuvio.
Durante gli studi matura l'idea di fondare il...

ABCORDIS

Gli AbCordis, vincitori del LibereVociFestival 2018 con il brano ''Nun te sento chiù'' e del Clipper's got Natalent, lo scorso anno hanno pubblicato il loro primo Ep dal titolo ''Per la fine del...

Nero a Metà - Tributo a Pino Daniele

La band è sorta nel 2009 per rendere omaggio al noto compositore partenopeo, Pino Daniele, prestando attenzione, in prima linea, ai suoni e agli arrangiamenti, e mescolando inoltre le inclinazioni...

CONSAPEVOLE - Emilia Bianco (pittura)


ARTISTA:
Emilia Bianco nasce il 16 Agosto 1991 a Pompei.
Mossa fin da piccola dalla passione per il disegno e la pittura, espone i suoi primi lavori a soli dodici anni.
Frequenta l'istituto d'arte F. Grandi di Sorrento specializzandosi in scultura, disegno, intarsio, falegnameria e restauro.
Nel corso della sua adolescenza partecipa a varie mostre nella sua città natale e in penisola sorrentina.
Subito dopo il diploma per un anno tiene delle lezioni di arte e immagine al primo circolo didattico di Pompei.
Nel 2012 si iscrive in accademia delle belle arti di Napoli frequentando il corso di pittura.
Nel 2014 scrive e dirige performance artistiche e partecipa ad un performance nel museo C.A.M. di arte contemporanea.
Nel 2017 partecipa al T.A.C.T. festival di Trieste presentando con una personale il progetto: ''o' munn è comm' to miett' ngap'''.
Nel settembre 2018 espone i suoi lavori nell'area culturale della mostra d'oltremare durante il festival NAPOLI INCONTRA IL MONDO.

MOSTRA:
CONSAPEVOLE (La vita, il mondo e tutte le cose sono come le percepiamo e come le immaginiamo.)

Noi viviamo insieme, agiamo e reagiamo gli uni agli altri; ma sempre, in tutte le circostanze, siamo soli.
I martiri quando entrano nell'arena si tengono per mano; ma vengono crocifissi soli.
Allacciati, gli amanti cercano disperatamente di fondere le loro estasi isolate in una singola autotrascendenza; invano.
Per la sua stessa natura, ogni spirito incarnato è condannato a soffrire e godere in solitudine.
Sensazioni, sentimenti, intuiti, fantasie, tutte queste cose sono personali e, se non per simboli e di seconda mano, incomunicabili.
Possiamo scambiarci informazioni circa le esperienze, mai però le esperienze stesse.
Dalla famiglia alla nazione, ogni gruppo umano è una società di universi-isole.
(Aldous Huxley, tratto da ''Le porte della percezione'').

Accompagnare il momento che vivo alla ricerca di dentro e fuori.
Il mondo finisce dove finisce il proprio pensiero, questo percorso parla di percezione dell’essere umano. Attraverso la pittura si parlerà dell’uomo che butta uno sguardo all’universo ed un altro dentro di se.
Attraverso la pittura mista all’astratto, soddisfo l'urgenza di manifestare la mia percezione, componendo il puzzle di simboli che caratterizzano la mia vita. Spero di esprimere il contemporaneo,di riflettere il contemporaneo e spero ci sia una viva testimonianza del tempo che vivo, del disagio e del bello.
Il mio progetto sviscera l’incomunicabilità e l'autonoma percezione del mondo.

Contatti:
Facebook
https://www.facebook.com/Bianco-E-ART-214665808945915/