STERMINATOR VESEVO, L'ERUZIONE NARRATA - Vanessa Pignalosa (pittura)


MOSTRA:
L'idea è quella di avvicinare l'attuale generazione digitale dotata di nuovi strumenti comunicativi alla narrazione orale come facevano i nostri nonni, questa pratica legata alla nostra infanzia risulta ormai quasi scomparsa perché ritenuta noiosa e lenta come impatto cognitivo.
I dipinti che ho realizzato sono legati ai tanti racconti che di volta in volta venivano narrati dai miei nonni e i miei genitori sull' ultima eruzione del Vesuvio avvenuta il 18 marzo del 1944. in questi racconti prevalgono lo stupore, la paura e la rassegnazione verso l'elemento naturale che riesce attraverso la sua portata a distogliere per qualche giorno l'attenzione da ciò che stava accadendo nel mondo, la fine della seconda guerra mondiale.
In particolare nei dipinti descrivo un episodio narrato da mia madre che è rimasto impresso nella mia memoria, a Terzigno un paese della cintura vesuviana colpito dall'eruzione gli alleati americani impotenti e frastornati si videro distruggere dalla cenere bollente 88 bombardieri B25 Mitchell , i quattro aerei superstiti vennero spostati nell'aeroporto di Montecorvino Airfield (SA).
Sterminator Vesevo è una forma latineggiante che appare in una poesia di Leopardi dedicata al vulcano negli ultimi anni di vita del poeta trascorsi a Torre del Greco .